Possiamo definirla come la risposta naturale dell’uomo a situazioni di stress e tensione. Di cosa stiamo parlando? Dell’ansia. Una problematica più che mai frequente, che colpisce almeno una volta nella vita ognuno di noi. Una reazione molto ricorrente che, in casi reiterati, può creare molteplici conseguenze poco positive. In questo approfondimento, analizzeremo nel dettaglio cosa si intende con la definizione “ansia” e quale correlazione esiste tra la stessa e il cloruro di magnesio. Seguici!

 

Ansia: definizione e sintomi

 

L’American Psychiatric Association ha indicato l’ansia come “L’anticipazione apprensiva di un pericolo o di un evento negativo futuri, accompagnata da sentimenti di disforia o da sintomi fisici di tensione. Gli elementi esposti al rischio possono appartenere sia al mondo interno che a quello esterno”. Una definizione molto diffusa tra gli esperti del settore che la identificano come un’alterazione delle funzionalità comuni del sistema nervoso. Era il 1936 quando il medico ungherese Hans Selye evidenziò attraverso studi precisi e dettagliati come ogni essere vivente rispondesse in maniera universale e aspecifica agli stimoli ambientali. Dinanzi la possibilità di incorrere in situazioni di pericolo, il cervello lancia l’allarme o di fuga o di lotta. Se tale condizione perdura nel tempo assistiamo ad un meccanismo di adattamento e la situazione diventa sempre meno semplice e facile da vivere e le sintomatologie aumentano. 

 

Le tipologie di disturbi legati all’ansia

 

Donna colpita dall'ansia porta la mano al pettoEsistono differenti tipologie di ansia? La risposta è sì. Il manuale diagnostico statistico dei disturbi mentali (detto DSM-IV) classifica i seguenti disturbi legati all’ansia:

  1. Attacco di Panico;
  2. Disturbo di Panico senza e con Agorafobia;
  3. Agorafobia senza Anamnesi di Disturbo di Panico;
  4. Disturbo Ossessivo Compulsivo;
  5. Disturbo d’Ansia Generalizzato;
  6. Disturbo Acuto da Stress;
  7. Disturbo Post-Traumatico da Stress;
  8. Fobia Specifica / Fobia sociale.

Ovviamente più che lavorare sui sintomi, occorre individuare la causa della problematica per un intervento decisivo e concreto.

 

Magnesio e ansia: esiste una correlazione?

 

Cosa succede al nostro organismo quando viene sottoposto a continue pressioni e tensioni? La prima evidenza è che consuma più velocemente e in quantità maggiore le scorte di magnesio, immagazzinate nell’organismo. In questo modo si crea una carenza di tale minerale che manifesta da subito i principali sintomi partendo dagli iniziali fastidi muscolari e trasformandosi in crampi e contratture.

Devi sapere infatti che tra le principali cause di mancanza di magnesio vi è proprio lo stress in quanto l’affaticamento sia mentale che fisico mettono a dura prova il nostro equilibrio. Oggi più che mai gli intensi ritmi della vita quotidiana mettono sotto sforzo il sistema nervoso, che presto ne andrà a risentire.

 

Cosa succede al nostro organismo in carenza di magnesio?

 

Ragazza spossata mentre prova a continuare a lavorareLuigi Mondo e Stefania del Principe in un approfondito saggio sulle incredibili proprietà del Cloruro di Magnesio sottolineano come in mancanza di magnesio assistiamo ai seguenti eventi:

  1. Le cellule nervose non trasmettono in maniera adeguata e corretta gli impulsi al sistema nervoso;
  2. Si crea una poco piacevole situazione di ipereccitabilità cellulare;
  3. Si sviluppa una relazione tra i bassi livelli di magnesio nell’organismo e quelli di serotonina, l’ormone della felicità.

Ma perché il corpo tende a consumare magnesio in casi di stress? Perché tale minerale ha un potente effetto sedativo e calmante che viene rilasciato per la sua notevole azione rilassante. Di conseguenza più andiamo a consumare tale minerale più ne abbiamo bisogno. Pertanto, in episodi di ansia continui e duraturi, occorre più che mai integrare la giusta dose di magnesio, nello specifico di cloruro. Vediamone insieme i principali benefici in merito a tale problematica.

 

Cloruro di Magnesio e Ansia: ecco le principali azioni benefiche

 

Il minerale per eccellenza antistress, il nutriente della felicità, il connubio perfetto di energia e relax. Di cosa parliamo? Del cloruro di magnesio: sono ormai tantissimi gli studi che evidenziano la correlazione tra lo stesso e gli effetti positivi che ha sul sistema nervoso, più che mai per l’ansia. Viene definito l’elemento che migliora l’umore, che garantisce il benessere e assicura la totale calma e concentrazione alla nostra mente: come pensiamo di poterne fare a meno? Ecco le principali azioni.

 

Trasmissione impulsi nervosi

 

Immagine di un neuroneCome abbiamo anticipato, in situazioni di carenza di magnesio gli impulsi nervosi non vengono inviati correttamente. Pertanto, grazie alla corretta integrazione, è possibile normalizzare l’attività dell’ipotalamo, la parte del nostro cervello che ha un ruolo fondamentale nella gestione delle funzioni non volontarie. Al tempo stesso, contribuisce a ridurre l’eccesso di adrenalina e previene le conseguenze negative che potrebbe avere su cuore, muscoli, intestino e cervello.

 

Stimola i recettori Gaba

 

Sempre in relazione all’attività del sistema nervoso, il cloruro di magnesio stimola i recettori GABA che agiscono come dei veri e propri rilassanti sull’attività del nostro cervello. Quando quest’ultimi non vengono stimolati correttamente cosa succede? Che il cervello rimane sospeso e si dà vita all’iperattività neuronale. Aumentano i pensieri poco positivi, gli episodi di ansia e stress: alla comparsa di questi campanelli d’allarme dobbiamo subito correre ai ripari integrando la corretta dose di cloruro di magnesio.

 

Equilibrio del sistema muscolare

 

Quando viviamo momenti di forte tensione emotiva, lo stress provoca la fuoriuscita di magnesio la cui perdita avviene a livello urinario. Al tempo stesso, all’uscita di tale minerale si associa la sempre più maggiore presenza di calcio, che senza il suo naturale antagonista, crea episodi di crampi, contratture, dolori addominali, sintomi tipici della carenza di magnesio. Grazie all’azione antispasmodica e rilassante sulla muscolatura, il cloruro di magnesio rappresenta un vero e proprio toccasana.

 

Protezione dell’apparato cardiovascolare

 

immagine in 3d di un cuore umanoIl cloruro di magnesio da sempre è ritenuto un ottimo alleato del cuore, in quanto soprattutto nella problematica affrontata, lo protegge da aritmie, palpitazioni e ipertensioni grazie all’azione rilassante e calmante. Inoltre svolge un’azione di prevenzione e tutela sull’endotelio e preserva l’elasticità delle arterie.

 

Regola il pH

 

Sapevi che spesso l’ansia può avere anche un’origine del tutto fisiologica? L’acidità dei tessuti può influenzare in maniera poco positiva il sistema nervoso. Sempre più studi evidenziano come un’acidificazione dell’ambiente cerebrale abbia un effetto negativo sull’attività dei neurotrasmettitori e di conseguenza sullo stato d’animo. In questi casi, il cloruro di magnesio ripristinando il pH naturale dell’organismo contrasta e risolve eventuali problematiche.

 

Contrasta l’insonnia

 

Il principale nemico del sonno è proprio lo stress, che causa non poche difficoltà ad addormentarsi serenamente. In questi casi, il cloruro di magnesio è l’aiuto migliore che possa venire dalla natura in quanto favorisce l’adattamento delle cellule al ritmo giorno-notte, esercita un’azione rilassante per un sonno sereno e favoloso.

Dunque per contrastare episodi di insonnia, per migliorare l’umore ed esercitare tutte queste azioni benefiche, garantisci a te stesso la giusta dose di magnesio. Scegli il nostro integratore, a base di puro cloruro, senza additivi e senza glutine, che sin dalle prime assunzioni si rivelerà un vero e proprio elisir di benessere per la tua mente e per il tuo fisico.

 

Si consiglia sempre il parere del proprio medico

0
Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commentox
()
x

Grazie per esserti iscritto!