Problema di allergie? Il magnesio può esserti di grande aiuto!

La Primavera è la stagione della rinascita. Gli alberi fioriscono, i fiori sbocciano e le allergie ritornano prepotentemente in scena. In Italia le allergie primaverili rappresentano la quarta malattia cronica, in una classificazione fatta dal ministero della salute.

Gli studi scientifici effettuati sui soggetti allergici, hanno dimostrato che questa malattia colpisce principalmente bambini ed anziani. Il numero dei casi riscontrati, tende ad aumentare in maniera esponenziale quando si presentano determinate condizioni atmosferiche come per esempio lo smog, che si registra in maniera prepotente nelle grandi città.

Qui succede che le piante, per combattere l’inquinamento dell’aria, producono più pollini, che vanno a creare problemi al nostro sistema immunitario, che non riesce a controllare le allergie.

 

L’istamina

 

Illustrazione di un ragazzo che starnutisce a causa di un'allergiaL‘istamina è un composto azotato che troviamo in natura e si presenta senza odore, sapore e colore. Si tratta di un mediatore chimico che ha delle funzioni importanti nel nostro corpo, ma se presente in maniera elevata può provocare delle reazioni allergiche che interessano principalmente l’apparato respiratorio, il sistema gastrointestinale e quello nervoso.

L’istamina è un’ammina biogena, prodotta dall’amminoacido istidina, che viene stipata nei mastociti. È conosciuta come un mediatore di difesa e dell’infiammazione, rispetto a sostanze dannose per il nostro corpo. Nello specifico, un soggetto allergico, che entra in contatto con una sostanza esterna dannosa, per proteggersi rilascia istamina.

Questa cosa genera una serie di reazioni nel corpo, nello specifico su cute, mucose e apparato gastrointestinale. L’istamina, oltre ad avere questa funzione di protezione e d’infiammazione, svolge un ruolo di neurotrasmettitore, ormone tissutale e mediatore chimico, sollecita la produzione di acido gastrico, regola il ritmo del sonno-veglia, il senso di fame e abbassa la pressione sanguigna.

 

Come combattere le allergie

 

Ci sono diversi rimedi che la medicina ha messo a disposizione per tutti coloro che soffrono di allergie: gli antistaminici, i broncodilatatori e in casi particolari anche il cortisone. Ma bisogna sapere che anche l’acqua e l’alimentazione posso avere un ruolo importante nella diminuzione dei sintomi delle allergie e nella prevenzione.

 

Il Magnesio, alleato contro le allergie

 

Confezione di Magnesio Marino® e bicchiere brandizzatoGli studiosi affermano che, assumendo regolarmente il magnesio, il corpo diminuisce la produzione di istamina, che come abbiamo visto ha un ruolo fondamentale nella risposta allergica. Si è visto che se nel corpo c’è presenza di magnesio, l’istamina circola in maniera minore. Il magnesio naturalmente è presente nell’acqua in quantità variabile a seconda di quella che scegliamo.

Per questo motivo è importante leggere bene l’etichetta e acquistare sempre un’acqua oligominerale, consumandone almeno 2 litri al giorno. Il magnesio è presente anche nei cereali non raffinati, nella frutta secca, nelle verdure a foglia verde, nelle banane e nei legumi.

 

Dove il cibo non arriva, usa un integratore naturale di magnesio

 

Spesso, però, la quantità di magnesio presente nel cibo non basta e bisogna integrare. Per farlo bisogna scegliere un integratore naturale, così da apportare benefici al nostro organismo. Magnesio Marino è cloruro di magnesio purissimo, un sale inorganico facilmente assimilabile e di facile ritenzione rispetto ai sali di magnesio organici.

Magnesio Marino possiede anche la preziosa azione citofilattica di protezione sulle cellule e sui globuli bianchi. Oltre ad essere un prezioso alleato contro le allergie, il magnesio è un minerale importantissimo per l’organismo perché contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e muscolare, oltre a regolare il metabolismo energetico e a ridurre sensibilmente la stanchezza.

 

Magnesio e asma

 

Illustrazione di una persona che soffre di asmaSi è visto che, un consumo importante di magnesio è associato a una diminuzione del rischio d’infiammazione, respiro sibilante e iperreattività bronchiale. Nelle persone che presentano patologie polmonari croniche, una riduzione del magnesio nel sangue, comporta un indebolimento delle difese antiossidanti.

Studi effettuati hanno dimostrato che un integratore di magnesio somministrato per dodici settimane, con una dose da 200 a 300 milligrammi al giorno, a bambini con asma allergica, portava l’aumento del livello di GSH nei loro globuli rossi. Questa cosa ha sistematicamente indotto alla diminuzione dell’utilizzo di inalatori per l’asma.

Numerosi altri studi effettuati in diversi paesi del mondo, hanno mostrato gli stessi benefici anche per adulti e adolescenti. Negli adolescenti con asma allergica che avevano bisogno di inalatori di steroidi, l’assunzione di 300 milligrammi di magnesio al giorno per otto settimane, riduceva i sintomi asmatici e la reattività bronchiale alla metacolina.

Questo permetteva di abbassare le dosi di steroidi, mentre diminuivano le risposte ai test cutanei indotte dagli allergeni. In adulti con asma, si è notato un miglioramento della funzionalità polmonare, dopo l’assunzione di 340 milligrammi di magnesio al giorno.