Per capire l’importanza del fegato e della sua salute, possiamo iniziare questo approfondimento definendolo come “l’organo più complesso e al tempo stesso essenziale per il metabolismo umano”.

Una parte fondamentale del nostro organismo, da cui dipendono tantissime funzionalità che analizzeremo insieme, con un focus centrale sul ruolo della carenza di Magnesio nella comparsa di problematiche legate al fegato e sui benefici che questo minerale garantisce.

 

Fegato: cos’è e quali sono le sue funzioni principali

 

Immagine di un fegato sanoIl fegato è una ghiandola di notevoli dimensioni, composta da quattro lobi e collegata all’apparato digerente. La sua denominazione ha una storia molto particolare e antica: deriva dal latino “ietur ficatum”, ossia fegato con i fichi. Per chi non la conoscesse, si tratta di una ricetta molto amata nel periodo romano.

Dove si trova il fegato? Precisamente al di sotto del diaframma, a destra nella parte più alta del cavo addominale, localizzata tra il colon trasverso e lo stomaco.

Dalla forma ovoidale ha:

  • Un peso di 1-1,5 kg
  • Una lunghezza di circa 24-28 cm. 

Queste caratteristiche rendono il fegato la ghiandola più grande che abbiamo nel nostro organismo.

 

Da cosa è costituito il fegato?

 

Gli elementi principali che troviamo all’interno del fegato sono i seguenti:

  1. Gli epatociti, cellule che costituiscono ben l’80% del volume complessivo della ghiandola. Sono fondamentali per la loro partecipazione attiva ai processi metabolici
  2. Le cellule stellate o di Ito, che hanno un ruolo davvero importante in quanto supportano il fegato nella sua spettacolare capacità di rigenerarsi in presenza di determinate variabili (lesioni, operazioni).

 

Quali sono le funzioni del fegato? Scopriamole insieme

 

Illustrazione di medici che studiano le funzioni del fegatoCome abbiamo anticipato, il fegato svolge compiti fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Possiamo così suddividerli:

 

1. Funzioni metaboliche

 

La principale azione svolta dal fegato è la produzione della bile. Con questo termine facciamo riferimento al liquido di colore giallo scuro, costituito da acqua e acidi biliari, che permette la corretta digestione dei grassi e delle Vitamine A, D, E e K.

Tra le funzioni metaboliche essenziali esercitate dal fegato troviamo appunto la trasformazione degli alimenti assorbiti: facciamo riferimento nello specifico all’emulsione dei grassi e alla sintesi sia del colesterolo che dei trigliceridi.  

A occuparsi di questo processo, il reticolo endoplasmatico liscio, una struttura cellulare che si sviluppa negli epatociti (ricordi? Le cellule che occupano l’80% del volume del fegato). 

Inoltre, il fegato svolge azioni importanti nella sintesi delle proteine e nella riduzione degli scarti tossici. 

 

2. Filtro Anti-Tossine

 

Il fegato svolge un ruolo importante come filtro anti-tossine: questa funzione è fondamentale per il sistema immunitario in quanto le cellule presenti in questa ghiandola annullano o meglio neutralizzano le sostanze tossiche ed eventuali residui di farmaci.

 

3. Modulazione Livelli di Zucchero

 

Immagini di un fegato felice e uno triste a causa dei cattivi zuccheriLa terza funzione di cui ti vogliamo parlare è la modulazione dei livelli di zucchero nel sangue, esercitata dal fegato, influendo sui tassi di glicemia. 

Devi sapere inoltre che il glicogeno, una volta nel fegato, viene trasformato quando ritenuto opportuno in glucosio plasmatico. Un’operazione fondamentale per il nostro organismo. 

Inoltre, consente la conservazione degli equilibri metabolici, grazie alla demolizione dell’insulina e a tutte le trasformazioni a scopo energetico (vedi la sintesi delle proteine e dei grassi).

 

4. Coagulazione e Circolazione

 

Il fegato è una fonte essenziale dei fattori di coagulazione: permette al sangue di restare fluido annullando la formazione di eventuali aggregazioni che potrebbero ostacolare la circolazione sanguigna corretta.

 

5. Smaltimento globuli rossi danneggiati

 

Immagine di due globuli rossi molto allegriL’ultima, ma non meno importante, funzione che vogliamo approfondire è quella relativa allo smaltimento dei globuli rossi danneggiati. Parliamo delle cellule di Kupffer: per chi non le conoscesse sono dei macrofagi del fegato che hanno queste caratteristiche:

  • depurano il sangue che arriva dagli epatociti;
  • rimuovono le cellule danneggiate o invecchiate;
  • supportano l’azione della milza;
  • aiutano il sistema immunitario e lo sostengono in ogni istante, stimolando ad agire qualora vi fossero attacchi batterici in corso.

Come avrai potuto capire, non esiste a oggi una ghiandola così importante come quella del fegato, capace di produrre tutti questi effetti benefici per la nostra salute. Molto spesso la sua salute viene ignorata e si ricorre a depurazioni last minute del tutto inefficaci.

Un alleato fondamentale nella prevenzione di tutte le problematiche relative al fegato è proprio il Magnesio. Analizziamo insieme questo importante studio per poi approfondire i benefici di questo prezioso minerale.

 

Carenza di Magnesio e Patologie al Fegato: analizziamo la correlazione

 

Fegato che non sta bene a causa della carenza di magnesioPer capire l’importanza del Magnesio per le funzioni svolte dal fegato, vogliamo partire da questo studio, condotto dalla Third National Health and Nutrition Examination Study (NHANES III) negli Stati Uniti nel periodo che va dal 1988 al 1994.

Campione dello studio 13.5000 soggetti affetti da steatosi epatica non alcolica, patologia conosciuta con la sigla di NAFLD. Per chi non la conoscesse, è una problematica che colpisce il fegato e rispetto all’epatite alcolica e alle infezioni di origine virale le cause sono ancora non del tutto chiare. Di certo, questa patologia se non trattata può sfociare in eventi più gravi come cirrosi, insufficienza epatica e cancro.

L’obiettivo di questo studio era valutare l’associazione tra il consumo non corretto di Magnesio e il rischio di mortalità per malattie epatiche. Come? Analizzando tutti i diari alimentari delle 24 ore e attraverso indagini specifiche (tra cui ecografie epatiche).

Dai risultati emersi, i seguenti dati:

  1. La caratteristica che accomuna le persone che soffrono di malattie al fegato è un elevato rischio di carenza di Magnesio. A sua volta questa situazione influenza la resistenza all’insulina e la comparsa di processi infiammatori;
  2. Il consumo di Magnesio può essere associato a una diminuzione di mortalità per malattie del fegato. I dati sono i seguenti: vi è una riduzione del rischio del 49% per ogni aumento di 100 mg di Magnesio consumati. Questa associazione è ancora più forte nei soggetti che presentavano steatosi epatica e che consumavano frequentemente alcool.

Al tempo stesso, come pubblicato sullo studio preso in esame, ulteriori ricerche e analisi sono necessarie per confermare i risultati. 

 I benefici di Magnesio Marino per il fegato: ecco perché assumerlo

 

Confezione di Magnesio MarinoIl Magnesio gioca un ruolo fondamentale per la salute del fegato. Oltre a quanto visto insieme, un’ulteriore importante azione che esercita tale minerale è favorire la produzione della bile. 

Come detto sopra, la bile è essenziale per le funzioni metaboliche e per il corretto funzionamento del nostro organismo. Il Magnesio ne stimola le piene funzionalità, supportandola e garantendone la giusta quantità.

Un fattore importante da sottolineare è che tale minerale combatte in maniera eccellente la resistenza all’insulina, che rappresenta la principale causa, oltre che del diabete di tipo 2, di tantissime sindromi metaboliche.

E non solo: il Magnesio è fondamentale per supportare la depurazione del fegato, annullando la presenza di scorie e tossine e combattendo i processi virali e antinfiammatori, aiutando il sistema immunitario.

Per garantire e assicurare le piene funzionalità del fegato, per supportarlo con un integratore completamente naturale, di puro Cloruro di Magnesio, per tutelare la salute del tuo organismo, scegli Magnesio Marino. Cosa aspetti? Contattaci per avere maggiori informazioni!

Si consiglia sempre il parere del proprio medico

Fonti: Lijun Wu, Xiangzhu Zhu, Lei Fan, Edmond K. Kabagambe, Yiqing Song, Menghua Tao, Xiaosong Zhong, Lifang Hou, Martha J. Shrubsole, Jie Liu and Qi Dai, Magnesium intake and mortality due to liver diseases: Results from the Third National Health and Nutrition Examination Survey Cohort. Scientific Reports

0
Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commentox
()
x

Grazie per esserti iscritto!